Allenamento metabolico per accelerare il metabolismo

Per dimagrire occorre accelerare il metabolismo basale in modo tale da consentire al proprio organismo umano di bruciare in modo più veloce le calorie e le riserve di grassi accumulate nel tempo.

Per bruciare e ridurre visibilmente in poche settimane quei fastidiosi ed antiestetici cuscinetti adiposi, è importante eseguire l’allenamento metabolico. Che cos’è e funziona? Grazie al mixage di diversi movimenti fisici quotidiani e più o meno intensi, l’organismo umano è stimolato ad affaticarsi costantemente per accelerare il metabolismo e migliorare la massa muscolare in sostituzione di quella grassa, venendo ad accrescere il consumo calorico.

Per eseguire un regime di allenamento metabolico ci si può affidare all’ausilio di un personal trainer che ci segua costantemente e quotidianamente nello svolgimento degli esercizi fisici per accelerare il metabolismo basale oppure seguendo un piano “Fai da te” che richiede una buona dose di impegno. 

Allenamento metabolico: come funziona?

Per rassodare la tonicità muscolare e per accelerare il metabolismo basale in modo tale da aiutare il nostro organismo umano a consumare di più e a sprecare calorie anche nell’espletamento delle funzioni vitali basilare, è importante seguire un piano di allenamento metabolico.

Come funziona un programma di esercizi per allenarsi in salute ed accelerare il metabolismo basale? Di può optare per tre varianti di piani di allenamento metabolico: di base, intermedio ed avanzato.

Un piano di allenamento metabolico, a seconda dell’intensità scelta, deve essere costituito da esercizi per addominali, per glutei, per arti superiori e per quelli inferiori.

Grazie all’esecuzione quotidiana di un set completo di esercizi che rientrano nel piano di allenamento metabolico è possibile accelerare il metabolismo e “bruciare” i grassi in eccesso per perdere peso e sostituire la massa grassa con quella muscolare e magra, riattivando la produzione di collagene.

Esercizi per le spalle, pettorali ed arti superiori: come accelerare il metabolismo

Per accelerare il metabolismo basale, un buon piano di allenamento metabolico deve iniziare dal miglioramento della postura e dal rafforzamento del tono muscolare dei pettorali.

Mani sulle spalle e gomiti piegati in modo tale da formare un angolo acuto, iniziare a ruotare le scapole e le braccia in modo alternato eseguendo al contempo esercizi di respirazione profonda.

Ripetere l’esercizio per circa 5 minuti, al termine impugnare dei pesi da tre kilogrammi ciascuno, distendere le braccia tenendo ben impugnati i pesi con le mani, iniziare a piegare un gomito alla volta verso il proprio volto in modo tale da rassodare i muscoli delle braccia.

Per rafforzare i pettorali si deve partire dalla stessa posizione con i pesi da 3 chili impugnati, gomiti piegati per formare un angolo retto e mantenendo questa angolatura, avvicinare ed allontanare le braccia concomitamente in modo tale che i muscoli del petto lavorino e le fibre muscolari riacquistino la tonicità.

Esercizi per gli addominali e glutei: come accelerare il metabolismo

Per accelerare il metabolismo e rafforzare l’area addominale maggiormente soggetta all’accumulo di lipidi e di eccesso cutaneo, è necessario eseguire questo set di allenamento metabolico.

Stendersi a terra su un tappetino, alzare le gambe da terra e piegare le ginocchia mantenendo i glutei e la schiena ben poggiati al tappetino, braccia ben distese lungo i fianchi, iniziare a distendere e piegare le gambe senza mai poggiarle a terra.

Un buon consiglio è quello di stendere e piegare le gambe assumendo una maggiore distanza da terra per poi abbassare la posizione degli arti inferiori verso il pavimento, quasi a sfiorarlo ma senza mai toccarlo.

Grazie a questi esercizi è possibile fare lavorare tutti i muscoli della regione addominale e, al contempo, mantenere i muscoli dei glutei ben contratti.

Si tratta di un esercizio che comporta un notevole dispendio energetico, fatica ed aiuta ad accelerare il metabolismo basale. I risultati sono garantiti in poche settimane.

 

 

Lascia un commento