Camminare fa dimagrire le gambe?

Camminare quotidianamente fa dimagrire le gambe? Sicuramente il camminare e passeggiare a passo sostenuto aiuta ad accelerare il metabolismo basale, a tonificare e rassodare tutta la struttura muscolare e a “bruciare” calorie, oltre a migliorare la circolazione del corpo.

In linea generale, camminare regolarmente e quotidianamente almeno 60 minuti al giorno aiuta a controllare il peso corporeo e a dimagrire le gambe e le cosce.

L’esercizio cardiovascolare e l’allenamento muscolare che sono sollecitati dall’attività del camminare aumenta il ritmo del metabolismo basale e, di conseguenza, tutta la struttura corporea è in grado di mantenere il fisico “asciutto” e snello.

In questa guida cerchiamo di capire meglio quali sono i benefici ascrivibili al camminare quotidianamente e se occorre abbinarla con altre valide strategie di dimagrimento localizzato. 

Camminare: i benefici per dimagrire le gambe

Per gli appassionati del fitness, il camminare regolarmente e costantemente aiuta il fisico umano a rimanere tonico e ben rassodato a lungo.

Il camminare non solo rinforza le pareti cellulari e i tessuti muscolari, ma aiuta ad incrementare la massa magra e ad accelerare il metabolismo basale.

Di conseguenza, aumentando il metabolismo del corpo si riescono a “bruciare” maggiori calorie e si riduce il tessuto lipidico che, a lungo andare e con la sedentarietà, si viene ad “accumulare” ed a localizzare lungo le gambe e le cosce.

Dunque, camminare almeno 60 minuti al giorno aiuta a rimanere snelli, vitali, agili e rafforza tutte le pareti cellulari oltre a migliorare la respirazione ed il sistema sanguigno.

Il camminare non comporta eccessivi sforzi ed è un’attività fisica che può essere svolta da qualunque persona, di qualsiasi età e di qualunque corporatura (esili ed obesi).

Questo è un beneficio di notevole importanza dato che, molto spesso, chi vuole dimagrire le gambe deve sottoporsi a lunghi e stressanti esercizi ginnici con i pesi che comportano eccessivo impegno e non sono praticabili da tutti.

Il camminare è un’attività fisica semplicissima, spontanea, naturale e fisiologicamente utile per assicurare il benessere olistico di tutta la struttura scheletrica.

Inoltre, non è necessario iscriversi ad alcun corso con personal trainer dato che si può camminare tranquillamente per le strade cittadine o sulla spiaggia o in aperta campagna.

Anche dal proprio domicilio è possibile allestire una palestra personale e fare attività motoria sul tapis roulant quando si vuole e quanto occorre al proprio fisico per rassodare e dimagrire le gambe.

Come dimagrire le gambe: camminare o jogging?

Meglio camminare o fare jogging? La migliore risposta è camminare a passo sostenuto, evitare di esagerare facendo jogging ogni giorno, evitare di correre rischiando di affaticare troppo la muscolatura e il cuore.

Camminare non significa stressarsi dal punto di vista fisico e psicologico, ma deve essere concepito come un esercizio fisico e motorio assolutamente spontaneo e piacevole.

Dimagrire le gambe: camminare e dieta alimentare

Un consiglio utile per dimagrire le gambe è abbinare l’attività camminare con una dieta sana e salutare: questo connubio è perfetto per raggiungere l’obiettivo auspicato.

Per questo è bene seguire una dieta depurativa ricca di sali minerali, vitamine e sali minerali: frutta e verdura di stagione freschissima, frutta secca (60 grammi al giorno), cereali integrali, legumi, uova, pesce fresco e carne bianca iperproteica.

Succhi, spremute, frullati, concentrati di frutta e tisane sono bevande indicate per espellere le tossine in eccesso, per disintossicarsi e combattere la ritenzione idrica che cagiona gonfiore ed inestetismi alle gambe.

Un concentrato di frutti rossi è l’ideale per dimagrire le gambe prima di camminare a passo sostenuto.

Lascia un commento