Cosa mangiare per avere la pancia piatta

Addome appesantito e visibilmente gonfio? Per chi soffre di accumulo lipidico addominale e per chi vuole raggiungere l’obiettivo di sgonfiare la pancia ed ottenere in poche settimane un ventre perfetto e piatto, è importante iniziare da un corretto stile di vita alimentare.

Le best practices dei nutrizionisti e dei medici suggeriscono che esistono tantissimi alimenti da consumare e mettere in tavola che aiutano a sgonfiare lo stomaco, a “pulire” l’intestino dalle tossine accumulate con il tempo e a mantenere una pancia tonica, rassodata e piatta senza soffrire.

Tutti gli esperti di scienze alimentari sono concordi che assumere cibi ricchi di fibre alimentari come quelle contenute nei cereali integrali, nella frutta e verdura fresca di stagione, nella frutta secca (noci, noccioli, uvetta, etc.) e nei semi aiutano ad ottenere una pancia piatta senza riserve lipidiche e “rotolini” di troppo in pochissime settimane.

Questa guida si propone di aiutare ogni donna che voglia veramente Dimagrire al Top e raggiungere il suo obiettivo di ridurre la circonferenza della regione addominale nel minore tempo possibile e in salute. 

Pancia piatta e ventre sgonfio in poche settimane: cosa mangiare?

In poche settimane è possibile sgonfiare la regione addominale interessata da inestetismi estetici e da evidenti accumuli lipidici che lo stile di vita alimentare scorretto ed il rallentamento metabolico hanno cagionato con il tempo.

Dimagrire e disintossicarsi dalle scorie accumulate sono le priorità assolute per chi vuole ottenere un ventre piatto e rassodato: uno dei problemi da combattere è quello della ritenzione idrica e del gonfiore addominale cagionato dalla flatulenza, meteorismo e gas intestinali derivanti dal consumo errato di cibi ricchi di zuccheri, fermentati, lievitati e troppo raffinati.

Cosa mangiare per rendere davvero tonico e rassodato l’addome? Ecco la lista dei cibi da preferire:

  • cereali integrali ricchi di fibre alimentari: grano duro, orzo, farro, spelta, kamut, mais, miglio, segale etc. aiutano a combattere la fermentazione e ad eliminare le scorie e le tossine che provocano il gonfiore e l’appesantimento addominale,
  • i mirtilli e la mela regolano la fermentazione nell’intestino in quanto ricchi di sorbitolo e fruttosio. Un buon consiglio è quello di consumarli sempre lontano dai pasti: ottimi i frullati e gli estratti di succo a freddo in grado di ridurre le produzioni gassose che avvengono per via del metabolismo degli alimenti degradati da parte dei batteri del colon,
  • yoghurt magro naturale e probiotici: la presenza dei fermenti Bifidus, Lactobacillus e Acidophylus, favoriscono la regolarizzazione ed il raggiungimento dell’equilibrio della flora batterica intestinale. Si consiglia di consumare a colazione o come spuntino a metà mattinata un vasetto di yoghurt magro naturale senza aggiunta di dolcificanti con cereali integrali e frutti rossi (mirtilli)
  • ananas, la bromelina in esso contenuta è il principio attivo che aiuta a ridurre il gonfiore addominale, si può consumare fresca tagliata a fettine o in succhi o estratti naturali ricchi di sali minerali, vitamine, enzimi e sostanze fitochimiche.

Ritenzione idrica: alimenti per combattere il gonfiore addominale

La maggior parte delle donne che accusa il problema di gonfiore al ventre soffre di ritenzione idrica che può essere ridotta con l’assunzione di alimenti ricchi di calcio, il quale deve essere assunto quotidianamente tramite gli alimenti che ne sono ricchi.

Cosa mangiare a tavola per integrare il calcio e ridurre la circonferenza addominale? Lattuga, legumi, rucola, semi oleosi, frutta secca e latte di riso o di mandorla.

Bere molta acqua, almeno 2 litri al giorno, per aiutare il ricambio cellulare, stimolare la microcircolazione e ridurre la ritenzione idrica, oltre a stimolare la minzione e ad eliminare il sintomo del gonfiore.

L’acqua è vita in quanto ricca di sali minerali necessari per il corretto funzionamento di tutti gli organi vitali. Una corretta alimentazione e un apporto quotidiano di acqua e di cibi ricchi di fibre impediscono al corpo di appesantirsi e di provocare la sgradevole sensazione dell’addome gonfio.

In poche settimane vuoi dimagrire e raggiungere il tuo obiettivo: avere un ventre piatto e rassodato.

Lascia un commento