La dieta proteica per dimagrire

Dieta Low Carb o dieta proteica è un valido regime alimentare che aiuta a dimagrire velocemente ed in salute. Quale cibi prediligere e perchè ridurre al minimo il consumo di carboidrati? La dieta proteica dal punto di vista nutrizionale ha diversi vantaggi, ma non tutti gli organismi umani possono seguire un regime alimentare Low Carb. Quando conviene e chi può seguire un menù a base di cibi iperproteici?

Questa guida si propone di analizzare gli innumerevoli vantaggi che la dieta proteica consente di apportare all’organismo umano, primo tra tutti dimagrire velocemente e, a titolo esemplificativo si riporta un piano dietetico settimanale a base di cibi ricchi di protidi.

Dieta proteica: aiuta a dimagrire?

Una dieta a base di protidi permette all’organismo umano di potenziare l’assunzione giornaliera di protidi o di proteine di origine animale (carne, uova, pesce, legumi) e di ridurre, al contempo il consumo di carboidrati e zuccheri e annullando l’apporto di lipidi.

Di qui, ben si comprende la sua denominazione di Dieta Low Carb o Dieta Iperproteica che funziona e apporta diversi vantaggi tra cui accelerare il metabolismo basale e dimagrire un modo veloce (-5 Kg in appena 4 settimane).

I risultati sono evidenti, immediati e validati dagli studi nutrizionali, ma occorre fare attenzione in quanto questo regime dietetico a base di protidi, non è indicato per certi soggetti che soffrono di insufficienza epatica, epatite, nefrite e gotta.

Se viene seguita solo per un breve lasso di tempo (circa 4-5 settimane) la Dieta proteica è un tocca sana per sgonfire l’addome, incrementare la massa magra, soprattutto la massa muscolare che comporta un dispendio di energia e consente di bruciare grassi e calorie.

I protidi aiutano ad accelerare il metabolismo basale, frenare l’appetito e conferire un senso di sazietà all’organismo umano senza perdere troppi liquidi, ma consentendo di ridurre l’accumulo di depositi di lipidi. Occorre sottolineare il fatto che non esiste una dieta proteica “confezionata” e standardizzata per tutti i soggetti, il menù settimanale deve essere sempre studiato ad hoc in base all’età, al sessso, al tipo di professione e all’attività fisica svolta giornalmente.

Dieta proteica: menù settimanale

A titolo esemplificativo si riporta un piano alimentare settimanale a base di cibi proteici che aiutano a tidurre l’indice insulinico e ad accrescere il supporto plastico al tessuto muscolare del corpo umano.

Colazione: una tazza di latte con cereali integrali oppure una spremuta di arancia con una fetta di pane e bresaola

Spuntino: galletta di mais con prosciutto crudo/cotto

Pranzo: uova con pomodoro fresco e tortino di verdure al vapore oppure fesa di tacchino al vapore con contorno di verdure o petto di pollo grigliato con misticanza

Merenda: pane di quinoa spalmate con ricotta fresca o panino al latte con carpaccio di pesce spada o tonno

Cena: pesce al forno con verdure al vapore o zuppa di legumi e cereali integrali o arrosto di vitello con funghi o bistecca “alla fiorentina” con patate lesse.

Una volta la settimana a cena è possibile mangiare una pizza rossa con frutti di mare e/o crostacei al vapore.

Controindicazioni della Dieta proteica

Il regime alimentare proteico è indicato se si vuole perdere peso in modo veloce, ma solo per limitati periodi di tempo e non per sempre dato che, nel medio lungo termine, comporta squilibri  nutrizionali: chetoacidosi, eccessico apporto di cibi azotati, rischio di incrementare lavoro epatico, riduzione dei glucidi e fibre alimentari, affaticamento gastrico.

 

 

Lascia un commento