La dieta vegetariana e quella vegana aiutano a dimagrire?

Sicuramente, la dieta vegetariana e quella vegana, sono di gran lunga tra quelle più sane. Umberto Veronesi, anch’egli vegetariano, era convinto che una dieta del genere fosse la migliore, perché favorisce la longevità ed aiuta a prevenire i tumori.

Dalle questioni filosofiche a quelle pratiche

Chi sceglie la dieta vegetariana e quella vegana, non lo fa solo per motivi di salute. Umberto Veronesi, nel suo libro Verso la scelta vegetariana, dichiarava che il rispetto della vita è una delle più grandi conquiste dell’uomo, un segno di civiltà, e quindi dovrebbe essere estesa anche agli animali, dotati di coscienza e sensibilità.

Sempre lo stesso Veronesi, sosteneva che, nella maggior parti dei casi, a promuovere l’insorgenza dei tumori sono i cibi, più dello smog rilasciato dalle auto. Per il cancro al polmone, in particolare, le verdure possono proteggere ed apportare benefici a questo organo (ma sono del tutto inutili, se chi le consuma è un accanito fumatore.

Alimenti come i legumi e la frutta, sia fresca che secca, invece, possono aiutare a prevenire il cancro alla mammella.

La migliore farmacia, in conclusione, si può ritrovare a tavola. Fin dai tempi più antichi, gli uomini si curavano usando erbe e spezie, ed oggi la situazione non è cambiata, soprattutto se si considera che quasi tutti gli integratori naturali, a cui si ricorre per compensare delle mancanze nutrizionali, sono composto da estratti dalle piante.

La dieta vegetariana per dimagrire

Una dieta che esclude carne e pesce, di sicuro è utile per dimagrire, ma richiede una particolare attenzione. Per assumere la quantità giuste di proteine e di sali minerali, come il ferro, che si trovano soprattutto nella carne (in modo particolare quella rossa), devono essere sostituire con dei vegetali che le contengano, come la soia, i legumi e verdure come gli spinaci. Non è insolito, che alcuni ricorrano a degli integratori alimentari, estratti comunque dalle piante.

La dieta vegana, inoltre, è addirittura più rigida di quella vegetariana, perché esclude qualsiasi alimento di origine animale, come il latte e i suoi derivati, le uova e il miele.

Chi desidera seguire una di queste diete, dovrebbe farsi consigliare dal proprio medico o da un dietologo, per fare in modo che siano ben equilibrate. Esse sono sinonimo di salute quando sono seguite nella maniera giusta, come una qualunque altra dieta, dimagrante e non.

In Italia, secondo i dati del 2013 e del 2014, i vegetariani erano quasi quattro milioni, mentre i vegani all’incirca quattromila, e sembra questi numeri siano destinati a salire.

Lascia un commento